La forza delle donne



Oggi ho finito di leggere “La masseria delle allodole”, libro di Antonia Arslan, che parla del genocidio degli armeni da parte dei turchi durante la prima guerra mondiale ed è la storia vera della sua famiglia.

È soprattutto una storia di donne, Shushanig, Veron, Henriette, Azniv, Nevart, Ismene, della loro forza, del loro decoroso coraggio.
Dopo aver assistito all’orribile strage di tutti gli uomini, mariti, figli, fratelli, non hanno tempo di piangere e disperarsi, è necessario agire.

È stato deciso che devono andarsene dalla città, bisogna prepararsi al lungo viaggio che le aspetta…

Svelte mani femminili cuciono tasche segrete, sacchetti misteriosi dove sprofondano le pietre luminose, gli zecchini dorati. Altre mani impastano, scelgono, radunano cibo e pane, mele rotonde e pere secche, fichi e biscotti…”.

Shushanig è Mayrig, la mamma, che saprà cosa fare, lei che immobile, pietrificata, ghiacciata, inarrestabile, dura come una leonessa, verifica, conta, distribuisce, ricompone, organizza il lungo viaggio verso Aleppo.
Sarà un viaggio terribile, di fame, sete, stanchezza, perdite, violenze.
In mezzo a morte e disperazione, madri, figlie e sorelle, coraggiose e forti, si aggrappano alla vita e continuano ad avere speranza.

Durante la marcia Shushanig continuamente, febbrilmente, pensa: in una circolare ossessione, pensieri di sopravvivenza, limitati all’orizzonte di ogni giorno…”.

Sarà grazie alla loro tenacia, al loro sacrificio che qualcuno riuscirà a salvarsi, conservando e trasmettendo la memoria di un’odissea di crudeltà e umiliazioni.

E allora penso… anch’io febbrilmente penso, che le donne hanno una forza, una determinazione, una costanza, una fermezza, un’integrità, un’attitudine alla tolleranza, alla comprensione, una capacità di dialogo… incrollabili.

E allora io posso anche piangere ora e sentirmi un po' a pezzi (che palle!!).
Ma non crollo. Giuro che non crollo.

My will is stone and i believe in a better way.


4 commenti:

  • Nora | 4 luglio 2011 20:19

    Volevo leggerlo da un pezzo... ora penso proprio che lo prenderò. Si parlava della forza delle donne stasera, con la mia sarta di fiducia, un'ecuadoregna che si fa un mazzo così (e mai "in nero") e ha sempre il sorriso sul cuore.

    Buona nuova settimana!

  • Owl | 4 luglio 2011 21:44

    Ho visto il film dei fratelli taviani.
    Non ho letto il libro, ma il film mi è piaciuto parecchio.
    Che dire, ci vuole forza anche per piangere. Io la penso così. Sfogarsi, ammettere di avere bisogno di buttare fuori è un forma di coraggio che è propria delle donne. Un abbraccio e buona settimana!

  • Speranza | 5 luglio 2011 07:39

    Mi piace. Credo che lo leggerò presto. E poi vedrò il film! Grazie

  • missSunshine | 5 luglio 2011 18:01

    buona settimana anche a voi ragazze!! tanto ci risentiamo da voi!! ;-) bacioni

Posta un commento