Regalini per bambini


Domenica scorsa è stato il primo compleanno del figlio di una delle mie amiche più care…
io sono legatissima a lui, è meraviglioso, vivace e ricettivo, sempre col sorriso e per niente frignone… 
un amore, davvero.
Lo festeggeremo questa domenica, però, perché loro avevano un matrimonio quel giorno. 
La mia amica ha deciso di incontrarci tutti al parco vicino casa sua, visto che ci sono altri bimbi… così che siano più liberi di giocare.

È da diverso tempo che penso a cosa regalargli, ma ha proprio tutto tutto e i genitori ci hanno detto di comprare solo cavolate, senza impegno, visto che il bambino è ancora piccolo per potersi godere con cognizione qualsiasi cosa…
e cmq gli ho già regalato di tutto!!
dilemma… panico.
Non mi vengono idee carine. Dovrò girare un po’ alla ricerca di qualcosa che mi entusiasmi…
Sarà una tortura. lo so.

Ogni giorno da dieci a questa parte ho rimandato tale tortura sempre al giorno successivo… e ieri quel giorno è arrivato… anche perché era l’ultimo disponibile visto che oggi lavoro e stasera partiamo per il mare.
Poi di ritorno domenica andremo direttamente da loro.

Insomma ieri MisterSun è venuto a prendermi a lavoro in scooter e abbiamo cominciato il giro di negozi per bambini.
Vi lascio solo immaginare…

Ci siamo ritrovati immersi in un’altra dimensione, quella che, nostro malgrado, ancora non conosciamo.
C’era una concentrazione di pancioni inaudita!! e mi direte, ma va?
E poi mariti o mamme al seguito tutti premurosi e incollati ai suddetti pancioni…
Un turbinio di passeggini, seggiolini, vestitini, giochini e chi più “ini” ha più ne metta!!
Premetto che per gli altri regali sono sempre andata a colpo sicuro (quindi senza perderci più di tanto tempo!) e da sola, ieri era la prima volta che mi trovavo in quella situazione con il mio maritino accanto… lui era nel pallone!!
Mi ha fatto una tenerezza incredibile, guardava qualsiasi cosa (che non c’entrava ovviamente nulla con il regalo!!) e ogni tanto mi chiamava tutto eccitato “guarda questo che figo!” o “questo sarebbe meraviglioso per la ns bambina…” o “noooo! che spettacolo questo!”…
Ragazze mie… mi si strappava il cuore nel petto ogni volta…e lui era così sereno, mi parlava con così tanto amore e dolcezza che a un certo punto la tortura ha cominciato a far meno male, anzi…abbiamo cominciato a ridere e a scegliere con gioia questo benedetto regalo…

Dio quanto lo amo!!
Scusate se sono così sdolcinata oggi, ma credetemi ieri mi ha svoltato la giornata col suo modo di reagire e mi ha trasmesso così tanto ottimismo che non mi è pesato tornare a casa alle otto con mille cose da fare…
Sono stata serena, ho cucinato per noi, ho apparecchiato in balcone, ho mangiato con calma, senza i miei soliti affanni e le mie corse contro il tempo, e poi lui per concludere in bellezza ha sparecchiato e sistemato piatti e cucina!
quando mi sono messa a letto mi è venuta in mente l’immagine di noi in quei negozi, e poi sognavo me col pancione e tutte le cose da scegliere, insieme. 
E non ho pianto, come in altri momenti avrei fatto, ma mi sono addormentata così, col sorriso e la certezza che questo sogno si avvererà.

Ah proposito! dimenticavo il regalo…
Alla fine gli ho preso una serie di cosine per il mare: costumini, giochini, asciugamanini… che belli questi “ini”!!! J

Buona serata e buon week end a tutte!!

8 commenti:

  • Clara | 1 luglio 2011 16:22

    io sto piangendo come una scema mentre leggo questo tuo post, perchè penso a tutti i sogni che i nostri mariti/compagni covano assieme a noi, anche se magari non sempre li enunciano a voce alta...

    "E non ho pianto, come in altri momenti avrei fatto, ma mi sono addormentata così, col sorriso e la certezza che questo sogno si avvererà."

    Che bello, che belle queste parole che hai scritto... spero che questo sogno si avveri presto per tutte noi!

    Un abbraccio, e ti auguro un bel weekend

    C.

  • Nora | 1 luglio 2011 17:26

    Non posso che fare eco alle parole di Clara. E' un sogno che coltiviamo in fondo al cuore e che condividiamo... e spesso i nostri compagni/mariti sono ancora più disarmanti e teneri di noi che, invece, proviamo a trattenere un po' i pensieri più dolci e quasi struggenti.

  • missSunshine | 1 luglio 2011 23:13

    @clara: grazie clara! sono molto felice di vederti qui!! mi piace tanto il tuo blog... ti leggo sempre con molto piacere!! ti abbraccio anch'io!

    @nora: è vero i ns compagni sono così dolci... spesso anche se soffrono come noi non lo danno a vedere per non caricarci di altro peso... bacio

    ora che vi ho conosciute e siete parte importante delle mie giornate, sento che la vostra gioia è anche la mia e quindi...fatemi gioire presto!!! ;-))

  • Marica | 2 luglio 2011 07:56

    si si si!!!
    e' bellissimo poter entrare nei negozi per bambini a cuore sereno!
    anche io ultimamente riesco a farlo, a vedere tante cose carine, comprare regalini per le amiche e dire al marito "guarda questo, guarda quest'altro" pensando al futuro :-)

  • Nora | 2 luglio 2011 17:41

    Mi piacerebbe tanto che ci facessimo gioire a vicenda!!!

  • Anna | 4 luglio 2011 00:24

    cara...
    che coincidenze!
    Se non fosse che il compleanno dell'unenne dove sono stata era di una bimba, avrei detto che oggi eravamo alla stessa festa, al parco sotto casa...torno ora. Stanca, come se avessi affrontato una salita. Sarà che la vista dei bambini (degli altri) mi stanca emotivamente. Cmq, ne sono uscita viva, acciaccata ma viva, ma la unenne non l'ho presa in braccio, non ce l'ho fatta...spero che per te sia andata meglio!

  • missSunshine | 4 luglio 2011 09:33

    no anna, non è andata meglio... sono già partita male perché sabato,con tre giorni d'anticipo, è arrivato il ciclo malefico e beffardo a rovinarmi il wend! ero già emotivamente stravolta ma mi sono forzata per la mia amica e per il cucciolo che adoro... era pieno di bimbi piccoli, di giochi, carillon e genitori felici... io sono stata tutto il tempo con gli occhiali da sole per nascondere i lacrimoni che trattenevo ma rimanevano lì... non sono stata affatto di compagnia e non vedevo l'ora di andarmene. appena arrivata in macchina sono crollata.
    un disastro,insomma... stamattina mi sono svegliata con un gran mal di testa.
    ora cerchiamo di lasciarci alle spalle quest'esperienza e affrontiamo al meglio il nuovo giorno!!!
    ti abbraccio compagna d'avventura!

  • Ilaria Pedra | 4 luglio 2011 13:52

    le festine, i negozi baby, ci vuole parecchio tempo prima di riuscire ad affrontarli serenamente e comunque poi dipende sempre dal momento.
    Come ti capisco, fai anche tu come me un bel post lacrime, vedrai AIUTA!
    BACIONI

Posta un commento