Delusione


Ieri ho cominciato a prendere il clomid e martedì ricomincio il monitoraggio.
Si riparte!!
Dopo la "disperazione" post ciclo sono passata all'attacco subito e questo mi ha fatto sentire bene, serena, nonostante tutto.
Ma c'è sempre qualcuno o qualcosa a rovinare quello stato di benessere che con tanta fatica cerco di recuperare...

Venerdì pomeriggio ricevo una telefonata dal compagno della mia migliore amica che mi ha travolto con delle storie assurde. 
E da lì un turbinio di chiamate, da lei, da lui. 
E un fine settimana di ansia, rabbia, tristezza profonda, delusione.

Sono profondamente scossa.
Come amica, come donna, come non mamma.
Lei è una delle mie amiche più care, quella che io credevo di conoscere come me stessa si è rivelata un’altra, diversa, completamente sconosciuta.
Non vi racconto la storia da film della quale sono venuta a conoscenza in questi giorni… vi dico solo che ho scoperto che ha abortito due volte… l’ultima l’anno scorso… quando era già da due anni col suo compagno e avrebbe potuto tranquillamente tenerlo e quando io mi preparavo a fare la laparoscopia e lei conosceva il mio dolore. Non ho parole. Sono affranta.
L’ho scoperto perché me l’ha detto lui. Lui mi ha detto che non conosco la mia amica, che non so nulla di lei, che mi nasconde una sua seconda vita (quella che avrebbe nascosto anche a lui!), che non mi ha detto degli aborti per delicatezza nei miei confronti…
Mi sono sentita morire.
Non posso crederci. Sono a pezzi. 
Per fortuna ieri è rientrato MrSun e mi sono fatta inondare dal suo amore.
Ma non riesco a non sentire questo magone.
Penso a me e a tutte noi che facciamo, o abbiamo fatto, fatica a realizzare  questo sogno e non posso credere che una persona che stimo e alla quale voglio bene abbia con tanta leggerezza concepito e poi buttato via quelle vite…

Ora sento che una parte della mia storia è stata spazzata via da un uragano.
Sì, perché d’ora in poi non so come mi rapporterò a lei… so che tante cose cambieranno, forse tutto.
E mi sembra un incubo.


13 commenti:

  • Lucy van Pelt | 30 gennaio 2012 03:17

    Mi e' successa una cosa simile qualche anno fa. Un'amica mi chiama dopo qualche mese che non ci sentiamo, successivamente alla mia separazione dovuta anche a problemi di infertilita' che non eravamo riusciti a risolvere, e di cui lei era al corrente. Mi dice di essere incinta, io sono felicissima per lei, dara' un fratellino al suo primo bimbo! "Sono gemelli" mi fa lei "ma io volevo averne uno solo e sto pensando se tenerli o no".
    Mi ha fatto una rabbia che tu non immagini. Ho pensato che come al solito metteva se stessa davanti a tutto, e che non aveva avuto il minimo riguardo per me. Beh, ho preferito continuare a non sentirla.

  • Marica | 30 gennaio 2012 07:41

    oh madonna!!!!!

    a me tutta questa storia della mia infertilita' mi ha fatto un po' cambiare il mio punto di vista sull'aborto...
    purtroppo e' anche vero che in italia non c'e' molta scelta...

    non ho parole...non credo riuscirei ad esserle amica... almeno per un po' allenterei i contatti...

  • Ilaria Pedra | 30 gennaio 2012 08:52

    e' molto dura raffrontarsi, la delusione è forte, una volta ho letto del dolore retroattivo, credo sia questo: ti pare che tutto il vissuto tra voi non conti + nulla. Conosco storie tremende addirittura tra sorelle, l'infertile che confortava quella che ha scelto di abortire. Io l'interruzione come metodo anticoncezionale non lo ammetto MAI oggi come oggi. E perchè ora riversare su di te questo passato? Sono stupefatta incredula sulla superficialità dell'aborto ma anche di questa telefonata. TI abbraccio non credo di trovare le parole giuste perchè mi hai turbata moltissimo, tu non meriti questa gente! LORO NON MERITANO LA TUA AMICIZIA

  • Libby | 30 gennaio 2012 09:18

    Non è certo facile e sai già che sono assolutamente dalla tua parte per ovvie ragioni, ma solo lei sa cos'aveva nella testa in quel momento. Non si può giudicare una scelta come questa, perchè è una cosa intima e profonda e molto personale. Certo, capisco la tua difficoltà nel rapportarti a lei ora, sapendo quel che ha fatto e assaporando l'amaro della delusione per aver capito che non conosci affatto la tua amica... un abbraccio.

  • Gioia | 30 gennaio 2012 09:42

    Io non riuscirò mai ad abituarmi alla delusione che può dare un'amica...
    è una cosa orribile quella che ti è successa! Mi dispiace tanto cara... capisco il tuo magone, sopratutto in questi giorni.

  • Nora | 30 gennaio 2012 12:46

    ((♥))
    Ti abbraccio...

  • Ilaria | 30 gennaio 2012 12:50

    Ciao... io spero di non sembrare una che vuole attaccare briga, voglio solo dirti quello che ho pensato leggendo questo post, sperando magari di esserti utile. Mi ha colpita in negativo il modo in cui tu praticamente ti scagli "contro" la tua amica senza conoscere nulla della vera realtà in cui lei si è trovata e si trova. Mi viene da chiederti... tu sei delusa da lei e puoi avere le tue ragioni, ma tu che amica sei? Ti basta ascoltare la versione di un compagno che, qualunque cosa sia successa, si sta (secondo me) comportando in modo molto scorretto verso la tua amica poiché di fatto è venuto a sparlarne da te (un conto è confidarti un suo dolore di uomo, un conto è spettegolare tutta la rava e la fava della sua compagna a te, "rava e fava" che la sua compagna aveva scelto di non raccontare. Tu come ti sentiresti se tuo marito andasse a raccontare cose - anche piccole - che tu non hai voluto raccontare ad altri?). Quest'uomo (immagino arrabbiato, ferito ecc. e quindi poco lucido e coomunque concentrato solo su di sé) ti ha raccontato delle cose gravi e tu subito: a. condanni la tua amica; b. ti concentri sulla tua delusione. Boh. Forse non le volevi poi così bene. Come ti saresti sentita se, nel momento in cui tu cercavi un figlio e ti operavi, lei fosse venuta a confidarsi con te (in quanto sua cara amica) sulla sua scelta di abortire? Probabilmente ti saresti sentita delusa e ferita... Magari lei aveva bisogno di parlare con te (non è mai una passeggiata abortire) però non lo avrà fatto per delicatezza. Si è tenuta tutto dentro e ora deve anche essere giudicata da te... che non sai nulla di quello che lei ha provato (non solo per l'aborto ma anche per il resto) ma solo perché un uomo egoista e scorretto ti ha spettegolato delle cose subito condanni lei. Io penso che se fossi veramente sua amica, prima che provare delusione tu avresti provato sdegno per i pettegolezzi del compagno e preoccupazione per lei, l'avresti cercata per chiederle come sta, cosa succede, che sai qualcosa e che se ha dei problemi può parlarne con te. Quindi, be', probabilmente non eravate così amiche... e quindi non ha neanche molto senso restare così delusa. Forse hai solo scoperto che semplicemente non eravate amiche.

  • Clara V | 30 gennaio 2012 13:16

    Ho letto questo post stamattina presto, ma avevo bisogno di farlo un po' decantare prima di rispondere. In parte Ilaria ha ragione, il compagno della tua amica ti ha messo in mezzo probabilmente per fare un torto a lei, senza pensare all'altra vittima che avrebbe lasciato dietro di se, cioè te.
    Per gli aborti... Non so che dirti. Conosco diverse persone che hanno ricorso al'ivg. Tutte per motivi che io adesso dove infertile trovo offensivi e orribili, ma in fondo la vita è la loro.
    Rimane da capire perché la tua amica ti ha tenuto nascosto tutto. Vergogna? Vigliaccaggine?
    Sta di fatto che il tradimento di un amico vero è come quello di un compagno e fa male, tanto.

  • Ilaria Pedra | 30 gennaio 2012 17:07

    però ilaria commento n. 7 x distinguerla da me mi pare un po' troppo dura
    con Miss Sunshine, sta soffrendo diamogliene atto.
    Comunque i bambini si possono anche non riconoscere al momento del parto, partorendo in anonimato e dandoli subito in adozione. Questo è poco pubblicizzato in italia è vero,ma quando una gravidanza non è voluta ci si può anche informare. Prima di sapere di essere infertile (dico così x semplificare non è che sia proprio infertile) mi è stato detto che avevo una sorta di incompatibilità con la pillola, be' ho trovato altre strade, scusate io queste gravidanze indesiderate nel 2000 non le ammetto tanto.
    Miss Sunshine tesoro ti abbraccio fortissimo. Sono con te!!!

  • missSunshine | 30 gennaio 2012 19:06

    scusate ragazze...forse sono stata frettolosa ieri e non mi sono spiegata...tutto è cominciato da quella telefonata ma è ovvio che poi io ho parlato tanto con la mia amica, è venuta a casa mia, ha dormito da me,poi l'ho accompagnata da lui, l'ho sostenuta nonostante tutto (e non parlo solo dell'aborto,ma di tutto quello che ho scoperto!)...oggi io e mio marito siamo stati da lei tutta la mattina e mi sono presa un permesso a lavoro per non lasciarla sola... ecco, almeno la delusione concedimela Ilaria!! la delusione di scoprire che quell'Amica, con la quale ho condiviso tanto della mia vita e alla quale,credimi,voglio un bene dell'anima, è diversa da quella che credevo.
    il fatto che non mi abbia detto degll'aborto un anno fa l'ho capito e giustificato, ma per il primo non c'era motivo di usare questa delicatezza visto che io ero nelle fasi iniziali della ricerca e non la vivevo ancora come un problema! ma va bene, capisco che sono cose tanto intime che uno possa decidere di non dire,nemmeno alla migliore amica...ma il resto? perchè c'è altro, ma mi fermo qui.
    e cmq anch'io come Ilaria Pedra non accetto oggi la leggerezza di un concepimento non voluto, non accetto quando mi dicono che può capitare...perchè non può capitare se non lo vuoi e hai un cazzo di cervello in testa!
    detto questo, credo di aver solo bisogno di metabolizzare e poi chissà...le porte del mio cuore sono sempre aperte ad accogliere più che a respingere... quindi darò tempo al tempo...

    @Ilaria:grazie cmq per avermi fatto notare che, forse, messa così, sembravo io l'egoista e la superficiale... passa di qui quando vuoi!:-)

    @Lucy,marica,IlariaPedra,gioia,nora,clarav: grazie come sempre di esserci...a darmi consigli e a confortarmi! Vi abbraccio forte forte!

  • Owl | 30 gennaio 2012 21:13

    Mi spiace essere arrivata tardi. Mi spiace tanto Sun e mi spiace ancor di più che ti sia dovuta giustificare per una delusione subita.
    Scoprire che persone che "hanno fatto" la tua vita sono diverse da ciò che facevano apparire è un duro colpo. Spero davvero che nonostante tutto possiate ritrovarvi in un qualche punto del vostro futuro.

    Ti abbraccio!

  • Robin :D | 30 gennaio 2012 21:33

    Arrivo tardi, hai dovuto dare fin troppe spiegazioni...
    Capisco la tua delusione e ti mando un'abbraccio grosso!

  • Ilaria | 30 gennaio 2012 22:15

    Grazie :-) Comunque ok, messa così è tutta un'altra cosa e non avrei scritto quel commento (sono l'Ilaria del commento 7!)... dal post sembrava che tu l'amica non l'avessi neanche sentita! Adesso capisco molto meglio il senso del post. Sicuramente anche lei sta soffrendo, come soffri anche tu, e a volte anche tra amiche le crisi possono aiutare a ritrovarsi più forti di prima, quindi ti auguro che accada anche a voi due.

Posta un commento