Sunshine






Sunshine significa luce del sole. Mi piace la luce. Ogni cosa è illuminata, come titola Foer. Sì.
La gioia, la rabbia, la paura, la meraviglia, l’esaltazione, la delusione, la sorpresa, il disincanto, lo stupore, il brivido, l’ansia, l’amore…ogni cosa è illuminata.
Da un anno circa avevo smesso di pensarlo. Sono sempre stata convinta che la luce facesse parte della mia vita ed era la mia carica, in ogni situazione. Poi il buio ingannevole e subdolo ha cominciato a insinuarsi, togliendo colore a ogni cosa.
Apro questo blog perché la luce è tornata, o meglio, con fatica l’ho ritrovata e spero di non perderla più.
Perche è il mio equilibrio.


Lo apro perché ho voglia di condividere questo dubbio amletico (vedi titolo blog!) con altre donne che come me aspettano con ansia l’arrivo di un bimbo, per scambiare pensieri e consigli…così mi sento meno sola… perché ultimamente ho solo pancioni intorno a me e piccoli nani urlanti e la sensazione,forte,che mi manchi qualcosa…


Lo apro perché spero che chi come me è in questo stato di attesa possa trovare conforto (almeno un po’) nell’esperienza comune…


…E lo apro grazie a Wonderland, una blogger fantastica. Mi sono per caso imbattuta nella sua vita e in una settimana ho letto tre anni di post. L’ho subito adorata. Mi piace il suo spirito e il suo modo di scrivere. e mi piace come mamma. Lei ha vissuto un’esperienza contraria, si è ritrovata incinta senza desiderarlo e le sue paure erano inverse. È stato bello leggerla e percepire i suoi stati d’animo che cambiavano piano piano nel corso della gravidanza. E poi con l’arrivo della sua piccola altra vita, diversa da quella che era abituata a vivere, ma bella e carica di una nuova linfa!


E ora cominciamo quest'avventura…spero mi seguirete…buon viaggio a noi!

4 commenti:

  • Elena | 31 maggio 2011 01:42

    Ciao MissSunshine!!! Ho trovato l'indicazione del tuo blog leggendo i commenti nel blog "Machedavvero" e ho deciso di venire a dare un'occhiata. Io mi sono trovata, sette anni fa, in una situazione opposta alla tua, nel senso che, a 20 anni, quando ero un'universitaria spensierata, casinista e un po' folle, sono rimasta incinta senza volerlo... e tra paure e felicità, tra lacrime e sorrisi, sono diventata mamma. Non è stata una passeggiata, facevo fatica a badare a me stessa figuriamoci trovarmi a prendermi cura di una cucciolotta che aveva bisogno di me in tutto e per tutto. Ma ho imparato in fretta e mentre mia figlia cresceva lo facevo anche io. E adesso la mia bimba ha quasi finito la prima elementare e a volte quasi non mi sembra vero che quell'esserino urlante di un po' di anni fa, ora sappia leggere, scrivere e sia una personcina in miniatura, con gusti, opinioni, domande, idee...
    Dunque, io non c'entro molto con questo spazio, ma appena ho letto i tuoi post ho iniziato subito a fare il tifo per te e credo che in fondo, anche il solo fatto di essere donne, ci accomuni in qualcosa e vorrei farti un grande in bocca al lupo!!!!!!!!!!!!!!
    Un abbraccio,
    Elena

  • missSunshine | 31 maggio 2011 09:35

    grazie mille Elena!!
    il tuo è il primo commento in assoluto al mio blog e sono felice che sia così positivo e solare!! Immagino che diventare mamma a 20 anni non sia semplice, ma come giustamente hai detto tu, si impara in fretta ad essere mamme, magari non perfette, ma mamme! E veder crescere il tuo bambino insieme a te non ha prezzo,vero?!
    è chiaro che non si può avere tutto...io il periodo universitario me lo sono goduto pienamente, poi subito dopo ho conosciuto mio marito ed è stata un'esplosione di giovinezza in coppia, stando molto attenti a rimanere solo in coppia... e ora...va bé non dispero!!!
    è bella la complicità tra donne perchè come pensavo ti fa sentire meno sola!
    grazie ancora Elena e spero di ritrovarti presto!!
    un abbraccio a te e alla tua bambina
    e crepi il lupo!!:-))

  • Elena | 31 maggio 2011 22:25

    Grazie a te per la calorosa accoglienza e spero che il mio primo commento ti porti fortuna!!! Comunque continuerò sicuramente a seguirti e a leggere il tuo blog. Come dici tu la complicità tra donne è molto bella e ci si può sentire vicine anche se si affrontano situazioni diverse!
    A presto!!! :-)

  • Nora | 14 giugno 2011 12:48

    Mi sembra di leggere pensieri che avrei potuto scrivere io. E' una gran bella sensazione. In questi mesi ho trovato tante blogger fantastiche che mi tengono compagnia in questo percorso. La condivisione è così importante...

    Buona blog-terapia allora!

    PS: mi piace tanto Foer...

Posta un commento