Lavori in corso


È come se creassi un muro di sassi per non vedere il mare...
 Non riesco a scrivere, a leggervi, a essere partecipe e presente con voi, perché ho davvero poco tempo. Lavoro tanto. Esco presto e torno sempre tardi, barcamenandomi tra il delirio dei mezzi pubblici, stracarichi a causa dei ragazzini urlanti in gita scolastica che sbucano da ogni dove, e poi il traffico in macchina perennemente presente a tutte le ore.  Mi muovo come una trottola da una parte all'altra di Roma, ora per andare in ufficio, ora a dare ripetizioni ora per visite e analisi varie. 
Nonostante questo sono calma e procedo con lentezza, evitando scossoni emotivi di qualunque genere. Sono disillusa, distaccata, fredda.
Penso poco a me. Non ne ho il tempo in questo periodo. 
E ne sono felice, perché sto affrontando l'iter degli esami da fare come un qualcosa di staccato da me. 
Mi sembra più facile accettarlo.
Vado, faccio quello che devo e ricomincio la mia vita.

Abbiamo comprato un po' di cose a casa, un nuovo divano (bellissimo e comodissimo rispetto a quello che avevamo!) e una libreria per dividere lo spazio cucina dal soggiorno... ed è sempre piacevole rinnovare, dà soddisfazione e regala attimi di gioia ed esaltazione. Vero Ilaria? ;-)
Ho cambiato la disposizione dei libri, ho buttato diversi gingilli inutili, lasciando solo i vari souvenir di viaggi (degli altri però!)...
Ho fatto pulizie di primavera, come si suol dire, lavando le tapparelle, le vetrine e tutte le tende e poi ho preparato il terrazzino per le nostre serate fuori, riempiendolo di fiori e togliendogli l'aria triste dell'inverno.
E poi non poteva mancare il tanto odiato cambio di stagione. 
Insomma... mi sono ammazzata di lavoro anche a casa, ma per me che sono una maniaca è appagante sentire quel profumo di pulito e di nuovo, e dedicarmi alle mie cose rendendole vive mi dà serenità.

La mia mamma è venuta un fine settimana da me, per darmi una mano, ed è stato bello stare un po' con lei a casa mia, condividere i miei spazi, raccontarle delle cose nuove che abbiamo comprato dall'ultima volta (un anno fa!) che è stata qui e chiederle consigli pratici... mentre ho volutamente evitato di parlare d'altro, le ho chiesto di non chiedermi nulla, non ho voglia di raccontare sempre le stesse cose, riaprendo ferite e rischiando quel pianto continuo che non sopporto. 
E il tempo è passato con leggerezza e sorrisi.

La sera non riesco più a preparare le cenette d'un tempo, sempre cose veloci e senza impegno... arrivo già stanca a casa e quando finalmente riesco a rilassarmi un attimo, crollo dal sonno...

Vado avanti così... e quando resto sola con me, ve lo confesso, mi abituo un pochino alla volta all'idea di noi senza figli, alla nostra casa senza bimbi, agli spazi ogni giorno più grandi da riempire, di ME e di LUI.
È come se creassi un muro di sassi per non vedere il mare...
Non dico che mi arrendo, assolutamente. 
Piuttosto mi preparo. Mi preparo all'altra possibilità, quella che era così lontana nei miei pensieri di ragazza e che ora mi sembra sempre più inesorabilmente vicina.

Anche se sparisco per diversi giorni, sappiate che vi penso tanto!! :-)

10 commenti:

  • ero Lucy | 7 maggio 2012 19:36

    Anche a me piace cambiare aria in primavera :) E che invidia il terrazzino! Un bacio Miss.

  • alessia | 7 maggio 2012 20:13

    il muro l'hai creato, ma il mare si vede ancora...
    Forse fa meno paura da quell'angolazione e riesci a pensarci meglio

  • Ilaria Pedra | 7 maggio 2012 20:39

    Carissima, tu sei sempre presenta, si percepisce, anche nell'assenza. Ah grazie che mi citi, si rinnovare fa bene, ma tu non pensare a me, alla mia situazione purtroppo definitiva, hai ancora tante freccie al tuo arco, anzi AVETE!! Prepararsi forse può andar bene, la realtà a 2, ne abbiamo parlato tante volte, hai un grande valore. Ti immagino frenetica nella roma che per molti è solo una meta turistica, e ancora una volta io e mio marito ci diciamo "dobbiamo andare a ROMA!" Ti abbraccio tesoro, tutto sommato, sarà il muro, sarà l'atteggiamento staccato, ma ti leggo serena e ne sono davvero molto felice. Ecco io il cambio armadio non l'ho fatto, ho lavato sta sera gli ultimi golf di lana, sperando davvero di non metterli più!! baci tanti

  • Speranza | 7 maggio 2012 21:23

    Ciao cara. Ci sei, ci sei e comprendo bene il muro di pietre che stai costruendo pian piano. Però....

  • Mammola | 7 maggio 2012 22:07

    E noi pensiamo a te...su questo non devi dubitare...Forza!!!!

  • ElizabethB | 8 maggio 2012 10:00

    Cara, per quanto tu possa alzare quel muro, alzando gli occhi il cielo si vedrà sempre. Ricordatelo :)
    Intanto noi siamo sempre qui ad aspettarti. Un bacio

  • Owl | 8 maggio 2012 10:41

    Anch'io mi preparo ad assenze, diverse certo, ma sempre assenze.
    Non costruire muri, Sun. Dopo ti fagocitano e tirarli giù è una gran fatica.
    Te lo dice una muratrice incallita.
    Io so che ci sentiremo di nuovo a casa davvero. Dobbiamo sopportare un altro pò.
    Un bacio grande.

  • Clara | 8 maggio 2012 23:35

    Il mare è sempre dentro di noi, non dimenticarlo ;-)

  • raffaella | 7 giugno 2012 17:17

    Ciao Miss Sunshine, mi presento. Sono Raffaella e faccio parte dell'esercito delle diversamente fertili. Mi sono imbattuta nel blog di Nina per puro caso e navigando sono arrivata a te. E' bello sapere che c'è un mondo ricco di calore e forza che sostiene le mamme in cerca del proprio figlio. Io sono stata sola. Ho cercato per circa due anni, poi grazie ad una pma e ad una fortuna sfacciata mio figlio mi ha trovata. Vorrei darti coraggio, dirti che dietro ai sassi c'è sempre il mare, sostenerti. Se c'è una riva dove approdare quando ci si sente annegare, vorrei far parte di quella sponda, almeno saprei che raccontare la mia storia, può aiutare qualcuna. Una con un nome così non può non vedere il mare. Non mollare.
    Raffaella

  • missSunshine | 12 giugno 2012 09:29

    @raffaella: Benvenuta e grazie mille per le tue parole, davvero. fa sempre bene al cuore sentirsi capite e ricevere coraggio e motivazione da chi certe paure e sofferenze le ha passate prima di te!
    un abbraccio affettuoso
    ti aspetto ancora! :-)

Posta un commento