Nuvole e pioggia



Oggi è domenica. Sono al mare, ma il tempo è brutto e non ci permette di andare in spiaggia. È stata una settimana dura e si conclude con una degna fine di nuvole e pioggia.

Non capisco perché mi prenda così… mi sento triste. Ma una tristezza profonda, che non mi dà tregua e si insinua dentro, nell’anima.

A tratti questo buio viene a oscurare i miei colori e non ce la faccio a contrastarlo. Vado a lavoro, faccio tutto quello che devo senza cuore, come un automa. Non mi piaccio. E mi dispiace per il mio amore che deve sopportare i miei sbalzi d’umore e la mancanza dei miei sorrisi e della mia luce, che sono da sempre anche la sua linfa. Lo vedo che mi guarda e si strugge, perché si sente incapace di scuotermi. Io ho un carattere forte e le mie sfide voglio sempre affrontarle da sola, per questo quando mi sento così mi isolo e non mi lascio aiutare.

Tra una settimana vado in ferie. Passeremo quasi venti giorni in Puglia dai miei.   
Spero proprio che questo senso di angoscia passi presto e mi lasci godere il relax senza straziarmi. 
Voglio stare bene, voglio far star bene misterSun, voglio le nostre coccole e la nostra gioia.
La ricerca di un figlio mi svuota, ogni mese di più.
Lo sento, fisicamente e psicologicamente. Mi toglie forza. Energia. Passione.
Non credo sia giusto. Non lo è per me, non lo è per noi.
Ogni giorno leggo e sento notizie di stragi e tragedie e vorrei che queste ridimensionassero il mio dolore, che di fronte a quello di tanti altri è davvero piccolo, piccolo. Invece niente, lui rimane lì.

Mio suocero mi ha appena dato il primo fico dell’albero qui in giardino… è dolcissimo… mmm… lo sto gustando a occhi chiusi mentre esprimo un desiderio, che non è quello di avere un figlio, giuro no… è quello di poter star bene, di ritrovare me stessa e la mia gioia.

misterSun sta facendo volare l’aquilone, ne ha comprato uno super professionale e ogni volta che c’è vento perde le ore a montarlo e poi a fargli prendere il volo. Non sempre ci riesce. Oggi sta volando…non immaginate la sua espressione! vorrei essere brava a fotografare, per poter immortalare questo momento…

nella casa accanto ci sono dei bimbi piccoli… è da stamattina che strillano e si disperano, mi snervano… dicevo a mia suocera che io forse non sono abbastanza paziente per fare la mamma…e lei mi ha risposto che la pazienza non posso misurarla con i figli degli altri, che con i miei sarà diverso e anche se a volte mi mancherà sarà assolutamente normale… sarà…
ma la verità è che spesso io mi sento proprio inadeguata e penso che forse è questo il motivo per cui non arriva…



12 commenti:

  • Speranza | 24 luglio 2011 11:10

    No, no. Non va bene. Quest'ultimo pensiero non deve radicarsi in te. Non te lo permetto! Perché sai bene che non è così. Questo periodo per te non è positivo. Sei stanca e hai semplicemente bisogno di riposo. Stai facendo tutto quello che c'è da fare e non hai, non avete nulla da rimproverarvi. Questo è ciò che devi pensare.
    Comunica a tua suocera che mi appunto il suo pensiero: la pazienza non possiamo misurarla con i figli degli altri. Che tenero tuo suocero con il primo fico!
    Un abbraccio

  • missSunshine | 24 luglio 2011 11:23

    speranza tesoro... hai ragione non devo permettere che certi pensieri si radichino in me... ma è proprio difficile riuscirci a volte!! grazie delle tue parole e del sostegno, mi servono tanto!!!
    ... i miei suoceri sono meravigliosi...

    ps: alcuni gg non riesco a commentare i tuoi post e mi dispiace tantissimo! non me li prende con l'account google!! che nervi!! tu sappi che anche quando non mi vedi ci sono!!! :-)

    un abbraccio con tutto il cuore

  • Speranza | 24 luglio 2011 11:31

    ah, non preoccuparti, siamo tutte schiave di google!

  • Very_Normal_Mum | 24 luglio 2011 11:56

    traspare davvero tanta tristezza in questo post, e anche se è da poco che leggo il tuo blog, mi spiace davvero tanto sentirti così. Tua suocera ha ragione non è con i figli degli altir che si misura la proprioa bravura nell'essere madri, io non mi sarei mai vista come madre, sono troppo lunatica, poco fantasiosa, molto tendente all'apatia. Eppure eccomi madre felice di due splendidi figli.ti auguro di liberarti presto del peso che porti sul cuore, e di trovare un pò di serenità. Teresa

  • Nora | 24 luglio 2011 12:02

    Sottoscrivo parola per parola quello che ti ha scritto la nostra Speranza.
    Vedi? Sarebbe perfetto se adesso fossimo insieme, così come hai scritto da me! Dobbiamo prenderci un po' di tempo, concedere la tregua a noi stesse. Purtroppo quando si desidera intensamente qualcosa e non arriva, è inevitabile che ciò influisca sulla nostra quotidianità. Non si tratta di essere fragili o inadeguate... semmai siamo proprio stanche, perché la lotta è dura e lunga.
    Secondo me l'immagine di tuo marito con l'aquilone è perfetta nella sua semplicità: è uno spettacolo tutto per te, qualcosa che tu sola puoi apprezzare, non importa che tu non abbia potuto fotografarlo... anzi, forse è meglio così. Custodisci nel tuo cuore queste piccole immagini di gioia: l'uomo che ami, un dolce frutto che ti viene donato, le sagge parole di tua suocera. Se le metti tutte in fila non fanno un effetto meraviglioso? Appoggiati su queste perle per trovare la forza di andare avanti, senza fretta.
    Ti abbraccio...


    Oh ma grazie per aver messo il mio bannerino, sei la prima!

  • Ilaria Pedra | 24 luglio 2011 21:30

    carissima,
    io non sono riuscita a godermi appieno i miei 9 giorni di vacanza proprio per i tuoi stessi motivi, purtroppo non ci si può forzare troppo. Ieri siamo stati ad una festa di compleanno di due bimbi 7 e 3 anni, il solito strazio che conosci di scegliere i regali. C'erano anche 2 bimbi adottati, uno è in italia solo da un mese, il grande era uno spettacolo simpaticissimo, mi sono buttata in mille giochi, ma il mio cuore era ridotto in coriandoli. Che bello tuo marito. Anche io mi perdo dietro a certe cose che fa il mio. Dobbiamo gioire di questo, lo so tesoro che non è facile. BUONE VACANZE

  • Owl | 24 luglio 2011 21:39

    Credo anch'io che tua suocera abbia detto una gran verità. E poi penso che prima di mamme siamo donne, persone che troveranno il loro modo per accudire. La tristezza credo sia normale, fa parte della ricerca. Se si riesce a non farla macerare, fortifica. È come la pioggia che lava. Dopo puoi godere del sole e ricominciare a cercare più forte di prima.
    Forse ho scritto solo cavolate, ma volevo dirti che ti sono vicina.
    Ti bacio

  • missSunshine | 25 luglio 2011 09:43

    che bello vedervi tutte qui ragazze! ho i lacrimoni...leggo,scrivo e le lacrime scendono giù da sole...non le trattengo. grazie di cuore!
    siete perle, come dice nora, alle quali mi appoggio per trovare forza...

    @VERYNORMALMUM: benvenuta teresa!grazie di avermi scritto e raccontato di te. fa sempre bene ascoltare le esperienze degli altri, soprattutto in momenti come questo...perchè aiuta a crederci un pò di più! e grazie del tuo augurio. a presto!un abbraccio

    @Nora: nora cara, hai ragione fa un effetto diverso leggere stamattina le immagini che ho descritto ieri e se,come dici tu, mi ci appoggio un pò il cuore accenna un sorriso :-)...sono stanca, è vero, ma è vero anche che devo reagire, lo so.e so che parlare con te,con voi mi aiuta proprio tanto...cavolo mi dà una gran GIOIA vedervi qui, per me...
    e il bannerino...è per averti sempre vicino!;-) grazie!!

    @Ilaria: il cuore ridotto in coriandoli calza a pennello su di me... io per fortuna non ho più compleanni di bimbi da festeggiare nè regali da comprare, per ora... meno male perchè credo che in questo momento farei fatica a ritrovare quei coriandoli!! Vedo che siamo tutte d'accordo nel dire che la soluzione è sempre gioire di quello che abbiamo... mi concentrerò su questo,promesso! grazie mille ila!
    un bacione a schiocco!;-)

    @owl: non hai detto affatto cavolate cuoricino,anzi! le immagini che hai usato per descrivere la tristezza sono belle e perfette... non devo farla macerare ma fare in modo che mi fortifichi...ci proverò...
    grazie cara,davvero. lo sento che mi sei vicina ed è una gioia per me.
    un abbraccio forte

  • Nina | 25 luglio 2011 19:20

    E no mia cara Miss, va bene tutto, ma proprio tutto, tranne che arrivi a pensare che il tuo modo di essere sia la causa. Lo so che succede, capita a tutte noi, ma sono momenti. Quello che noto piuttosto è la spinta a voler stare bene, che non ti molla neanche nei momenti più bui. Sarà quello il tuo motore. La consapevolezza è la nostra forza, ma non si può pensare di affronatre tutto questo a testa alta, sempre a mille. Appoggiati invece, accetta le tue debolezze, quelle di adesso, sapendo che non sei sola. Non forzarti ad essere quello che non sei, non cercare quello che adesso non hai. Accetta. Accogli. Io sono qui. Noi siamo qui :DDD

  • missSunshine | 26 luglio 2011 10:22

    nina tesoro... hai ragione, la spinta a voler star bene non mi molla mai anche se spesso lotta forsennatamente con la tristezza e l'apatia...che purtroppo ultimamente hanno la meglio! so che tu, voi siete qui e questo mi solleva!!:-) a voi riesco ad appoggiarmi ma fuori...fuori no, indosso la mia maschera... et voilà sorridente e sempre disponibile a lavoro, serena quando sento i miei genitori o le mie amiche (che in qsto momento stanno vivendo tutte qualcosa di bello e non voglio ammorbarle con i miei stati d'animo!)...solo misterSun mi vede dentro e sa.
    lasciarmi andare con voi mi fa star meglio e non riesco più a immaginare la mia giornata, la mia vita senza la vostra presenza!!
    grazie!! :-)
    tanti baci!!

  • Clara | 27 luglio 2011 16:36

    Cara MissSunshine leggo solo ora questo tuo post triste e pieno di dolore. Qui piove, fuori e dentro di me.
    Quando scrivi

    "ma la verità è che spesso io mi sento proprio inadeguata e penso che forse è questo il motivo per cui non arriva…"

    io ti posso solo dire che continuo a pensarlo di essere "inadeguata" a fare la mamma, come pure a fare la moglie e un milione di altre cose, ma questo non c'entra niente. Noi siamo già mamme dentro di noi, altrimenti non proveremmo questo desiderio struggente.

    un abbraccio da un'altra *inadeguata* ;-)

  • missSunshine | 28 luglio 2011 11:42

    clara... spero proprio sia come dici tu, spero che, se e quando un giorno arriverà il nostro momento, il senso di inadeguatezza scompaia naturalmente lasciando subito il posto alla mamma che è in noi...

    grazie tesoro... spero che questo brutto periodo passi presto!!!
    ti stringo

Posta un commento